Salimbeni, S. Cecilia

Ventura Salimbeni, (Siena, 1568-1613)

Santa Cecilia nel sepolcro assistita dalla Madonna col Bambino e da quattro angeli

Olio su rame, cm 26,8 x 38,7

Il piccolo dipinto su rame, prima di apparire all’asta di Christie’s dell’8 luglio 2008, dove è stato acquistato, apparteneva alla collezione dell’ex-direttore del Fitzwilliam Museum di Cambridge Michael Jaffé. L’opera  rappresenta la contemplazione della Madonna con il bambino del corpo di Santa Cecilia  che nel collo mostra le ferite mortalmente infertele dal carnefice, distesa sotto la lastra del sepolcro, così com’era stata rinvenuta nei sotterranei della chiesa a lei omonima nel 1599 Due dei quattro angeli festantidi essi recano corone di fiori (una è col­locata sul piano tombale), mentre un terzo sostiene, e suona    un  organo portativo,  strumento  tipico dell’iconografia della santa mentre un quarto  solleva il velo trasparente che celava il corpo della martire entro la tomba. La tenerezza delle carni dei putti, gli effetti di luminismo e i cangiantismi sui panni delle vesti delle protagoniste femminili dell’opera, con le loro pieghe dalla consistenza cartacea, richiamano senza dubbio modelli barocceschi, a cui Ventura, come Francesco Vanni e Alessandro Casolani avevano sicuramente vòlto l’attenzio­ne negli anni formativi dell’arte, nonché un significativo recupero dei modi della pittura senese di primo cinquecentesca, in particolare di alcune audacie cromatiche beccafumiane. La tenerezza delle carni dei putti, gli effetti di luminismo e i cangiantismi sui panni delle vesti delle protagoniste femminili dell’opera, con le loro pieghe dalla consistenza cartacea, richiamano senza dubbio modelli barocceschi, a cui Ventura, come Francesco Vanni e Alessandro Casolani avevano sicuramente vòlto l’attenzio­ne negli anni formativi dell’arte, nonché un significativo recupero dei modi della pittura senese di primo cinquecentesca, in particolare di alcune audacie cromatiche beccafumiane.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *